Le 7 cose che accadono dal momento in cui si muore
Le 7 cose che accadono dal momento in cui si muore

Le 7 cose che accadono dal momento in cui si muore

1) FLASH DELLA PROPRIA VITA.

Le persone vedono la loro intera vita attraverso dei flash davanti ai loro occhi. Il cervello scatta in modalità “iper-velocità” e inizia a rivisitare la banca dati della memoria, prima che l’anima si separi dal corpo.

2) SI PUO VEDERE IL PROPRIO CORPO.

Nel momento in cui la coscienza si disconnette dal corpo, le persone vedono il loro corpo fisico privo di vita. Si è in grado di vedere l’ambiente circostante e le cose che si trovano intorno al proprio corpo. Alcune persone si sentono frustrate o arrabbiate per il modo in cui sono morte e desiderano ritornare nel loro corpo per cercare rivalsa, ma questa sensazione passa con il tempo, appena si inizia ad entrare nella Luce.

3) LA LUCE.

Le persone vedono una Luce che appare in lontananza e poi lentamente vengono attirate verso di essa, come se fossero attirate da una calamita. La Luce è sempre accompagnata da un senso di amore e di pace. Questa è la fase di transizione: si torna a casa, nel mondo degli spiriti.

4) SI VEDONO I PARENTI DEFUNTI.

Subito dopo essere stati attratti dalla Luce, si è accolti da persone care che sono lì per abbracciarci e farci sentire a nostro agio. È una sorta di “riunione”. Non sono necessariamente i parenti della nostra vita terrena appena trascorsa. Possono anche essere familiari di nostre vite precedenti, che sono stati con noi durante l’evoluzione della nostra Anima. Ovviamente sarete in grado di ricordare i loro nomi e di riconoscere i loro volti. È importante ricordare che queste anime avranno lo stesso aspetto che avevano nella vita terrena, per creare un senso di familiarità per voi.

5) ANGELI CUSTODI E SPIRITI GUIDA.

Ognuno di noi ha il proprio “angelo custode” o “spirito guida”. Lo incontreremo nel mondo degli spiriti e sarà lì a consolarci, per farci sentire a casa. La guida è stata con noi e ci ha custodito per tutta la vita, ed ora vuole andare oltre e approfondire alcune cose che ci riguardano. È il momento di prendere la “pagella” della vita che abbiamo appena vissuto.

6) REVISIONE DELLA PROPRIA VITA.

Incontrerete il vostro angelo e guarderete insieme tutto quello che è successo nella vostra vita. Le persone vedono tutta la loro vita come in una sorta di pellicola di film davanti ai loro occhi. Vedrete allora alcune cose che vi faranno provare vergogna e che non vi piaceranno, ma è un momento di revisione e discussione su ciò che deve essere migliorato come Anima. Dopo aver rivisto tutta la vita, si giungerà ad un accordo con le proprie guide per tornare nuovamente sulla Terra (reincarnazione), ovviamente dopo un certo periodo di tempo nel “mondo degli spiriti”.

7) ALCUNE ANIME NON VOGLIONO TORNARE.

Spesso ci si sente talmente pervasi da un così grande senso di pace e amore, che non si vuole tornare. Dove sei ora non devi preoccuparti delle malattie o degli impegni terreni. Ti senti senza limiti, sicuro e libero. Non hai stress, nessun dolore e non provi nessuna sofferenza. Ma la reincarnazione aspetta: si può tornare volontariamente per aiutare altre anime sulla terra, ma anche per alleviare il proprio Karma e per continuare ad evolvere come anima, sperimentando la ricchezza della vita.

IN CONCLUSIONE.

Noi non siamo soli: c’è sempre qualcuno al nostro fianco che si prende cura di noi. Siamo infinitamente amati e protetti. Non c’è morte, ma solo una transizione, che porta a riunirsi con le anime dei propri cari e a godere dei piani spirituali.

Ci attendono, quindi, pace, amore e serenità, ma anche delle responsabilità, poiché il destino della nostra anima è legato al comportamento come essere umani.

Ed è a questo punto che dovremmo porre a noi stessi le seguenti domande: “Come sto trattando le altre anime in questo mondo? Che cosa sto facendo per aiutare me stesso e le persone intorno a me ad evolvere?”

Leave a Reply